Home / Appuntamenti / 16° CAMPO LESBICO DI AGAPE: GAIE E LESBICHE R/ESISTONO

16° CAMPO LESBICO DI AGAPE: GAIE E LESBICHE R/ESISTONO

continua a leggere  

Invertite, meretrici, donne-uomo, tribadi, virago, folli, ninfomani, saffiche, iperclitoridee, uraniste, androgine, deviate, omosessuali, camioniste, leccaCiuffo, donne che amano le donne, gaye, lelle, froce, queer… Molti sono i termini usati storicamente per rendere la nostra differenza: qual è l’immaginario stratificato nel tempo e arrivato fino a noi che va a significare il soggetto lesbico? Se pronuncio oggi la parola “lesbica” cosa evoca questo termine, che scenario apre questa sonorità?

agape 16

 Così inizia il manifesto che apre al 16° Campo Lesbico. Appuntamento che si rinnova ogni anno ad Agape, il Centro Ecumenico Internazionale Valdese di Prali (TO). Certo che “Campo Lesbico” e “Centro Ecumenico Internazionale” potrebbero sembrare a chi non conosce quest’ultimo due realtà profondamente distanti  ed estranee l’una all’altra. Eppure  da sedici  anni Agape, ospita nel periodo pasquale Il Campo Lesbico a cui partecipano mediamente 70 donne provenienti da tutta Italia e dall’estero.

Le partecipanti possono  vivere  un’esperienza di condivisione, scambio, riconoscimento, confronto reciproco, su temi e attività che di anno in anno vengono proposti dalla Staff.

La Staff del Campo Lesbico Agapino è costituita da un gruppo di donne laiche, di diversa provenienza geografica e culturale, diverse età e percorsi di vita.

Ogni anno Il campo ha un tema di riferimento attorno al quale ruotano le attività, gli incontri, le plenarie ed il tempo libero.

Quest’anno dal 13 al 17 di aprile il focus del campo sarà: GAIE E LESBICHE R/ESISTONO.  Lo spiega benissimo Silvia: “Quest’anno andremo a ripercorrere alcuni momenti rilevanti della cultura lesbica italiana, per ri/scoprire percorsi di vita e attivismo, parole, testi, autorappresentazioni, realtà politiche e azioni pubbliche, riallacciandoci ad una parte della nostra storia fino al presente, nella convinzione che è il riconoscimento delle nostre forze e delle nostre debolezze, delle ragioni e dei torti a permettere di viverci fluide in una realtà che sempre più ci stringe e costringe. Viaggi, travestimenti, relazioni, visibilità, corpi, creazione di forme di aggregazione, di vita. L’importanza della memoria, non come commemorazione ma come radice e consapevolezza per il nostro essere di adesso e di domani. Ci incontreremo, giocheremo, ci racconteremo, ci guarderemo e ascolteremo durante plenarie mattutine, laboratori pomeridiani, video, spettacoli e feste serali. Parole, sguardi e incontri mentre insieme mangiamo, prendiamo un caffè, o facciamo il nostro turno di servizio. E lo faremo favolosamente, riscoprendo quelle correnti sotterranee che rivendicano e plasmano parole libere, ancorandoci alla nostra esperienza di (auto)determinazione. Con la leggerezza di sapere che il nostro stesso esistere e nominarci, in una società etero-normata e patriarcale, è (ancora) rivoluzionario, scandaloso, osceno”.

Pasqua e Campo Lesbico di Agape è per molte lesbiche, per tante lesbiche un binomio imprescindibile dice Anna e poi precisa: “Oramai da 16 anni questo campo è un’occasione di incontro, scambio, conoscenza, intrecci e confronti tra donne di diverse provenienze, esperienze, età. Quattro/cinque giorni insieme, nella “potente” e bellissima cornice di Agape ci danno la possibilità di incontrarci, parlare, emozionarci, giocare e “ragionare” insieme. Mangiare, dormire, ridere, conoscere, ri/conoscerci. insomma un’occasione da non perdere!”

Ecco qua! Questo è solo un assaggio di quello che la staff ha preparato per voi e per tutte le lesbiche che vorranno immergersi in quattro giorni di favolosità lesbica.

Spero di avervi incuriosito abbastanza….ma se non vi basta potete visitare la pagina fb Campo Lesbico di Agape.

Inoltre volevo aggiungere che per chi volesse partecipare ma non ha tantissime disponibilità economiche, Agape da la possibilità di accedere a borse campo oppure di partecipare come campista/campolavorista,. I posti per borse e campo/campolavo sono limitati. Andate a vedere sulla pagina fb del campo, troverete un post su come fare domanda. Per qualsiasi dubbio, curiosità, quesito scrivete a campolesbicoagape@gmail.com Tutte le info le trovate qui.

Centro Ecumenico di AGAPE

Centro Ecumenico di AGAPE

La grande apertura laica e pluralista di Agape all’ altro-da-sè e ad ogni forma di diversità trova la sua origine nei motivi che ne determinarono la fondazione e la costruzione, ad opera del Pastore valedese Tullio Vinai, nell’immediato dopoguerra, anno 1947.

L’intento di Vinay era quello di creare una comunità che fosse un punto di riferimento e di aggregazione per la gioventù valdese e di conseguenza costituisse nel tempo uno dei luoghi in cui ricreare alchimie di umanità come antidoti ai veleni del nazi-fascismo e della guerra. Nacquero così ad Agape i primi “Campi” che nel corso degli anni fornirono luogo e spazio d’incontro per chiunque volesse parteciparvi, su temi come la politica, il pacifismo, l’internazionalismo, l’omosessualità, i rapporti intergenerazionali, l’educazione , la scienza, la globalizzazione, la teologia, il femminismo e molti altri.

La stessa struttura architettonica di Agape è stata conformata all’dea di una condivisione del quotidiano, che si svolge in spazi fluidi e quasi informali. Questo grande “corpo”, che ha alle spalle la Tavola Valdese, ha una testa che coordina il tutto ed è la Direzione, mentre le braccia e le gambe che gli permettono di muoversi sono costituite da residenti e campolavoriste/i, donne e uomini provenienti da ogni parte del mondo, che vengono ad offrire la loro opera al Centro nel rispetto dello spirito di cooperazione, di libertà e di apertura alla diversità. Questo rispetto, insieme ad un’attiva partecipazione alla vita del campo, costituisce l’unica regola inderogabile imposta da Agape a coloro che vogliono immergersi per un po’ di tempo in questa realtà particolare e magica.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: