Home / Movimenti / Femminismi / CHI HA PAURA DI WITTIG

CHI HA PAURA DI WITTIG

Paris 1985

Monique Wittig, Paris 1985

  Su Fb, dall’agenda delle donne, mi arriva il ricordo di Monique Wittig, scomparsa il 3 gennaio del 2003.
  Guardo compiaciuta una foto sua da giovane e bella, lo sguardo intenso, ma non trovo da nessuna parte la parola lesbica. Ma si può.
  Allora cerco al volo il link del blog della cara Simonetta
  Spinelli e non mi resta che scrivere:
Buongiorno care, penso che per Monique,autrice tra l’altro de “ il corpo lesbico” non si possa omettere questa parte fondamentale del proprio percorso rimando perciò al blog della compianta Simonetta Spinelli che su Wittig ha scritto pagine splendide .
“Per introdurre questa pagina del blog mi è sembrato giusto ricordare il comunicato con cui, insieme alle donne dell’Associazione Visibilia che organizzavano Immaginaria, festival del cinema lesbico (11a edizione, 27 febbraio-2 marzo 2003) decidemmo di dedicare uno degli spazi previsti per i seminari ad un: Omaggio a Monique Wittig. Antonia Ciavarella divise con me la tristezza e l’orgoglio di coordinarlo.
Tucson. Arizona. Venerdì 3 gennaio 2003 è deceduta improvvisamente la scrittrice lesbica Monique Wittig.
Il dispaccio di agenzia nella sua brevità, come gli articoli dei quotidiani, spesso frettolosi e imprecisi, non può contenere la sensazione di perdita e di lutto di tutte le lesbiche politicizzate che i suoi scritti hanno amato, studiato, tradotto, citato. Ma nella breve nota d’agenzia resta l’ultimo involontario omaggio: la scrittrice lesbica. Per Wittig l’irrecuperabile, la guerrigliera, la cantora del desiderio lesbico, l’inaddomesticabile, non è stato possibile tralasciare, come di costume, quel termine fastidioso che suscita scandalo, perchè il lesbismo è sempre stato il punto di vista da cui ha guardato e giudicato la cultura, le donne, il mondo. Senza equivoci, ambiguità o mezze misure. Per introdurre questa pagina del blog mi è sembrato giusto ricordare il comunicato con cui, insieme alle donne dell’Associazione Visibilia che organizzavano Immaginaria, festival del cinema lesbico (11a edizione, 27 febbraio-2 marzo 2003) decidemmo di dedicare uno degli spazi previsti per i seminari ad un: Omaggio a Monique Wittig. Antonia Ciavarella divise con me la tristezza e l’orgoglio di coordinarlo.
Patrizia

Questo post è estratto, con il consenso dell’autrice, dalla mailing list di Lista Lesbica Italiana

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: