homepage homepage
librilesbici l'associazione  |  mailing list  |  meeting LLI  |  contatti cinemalesbico

Le parole sono pietre
Fuori di testo
Come tu mi vuoi
Speciali
Scoutez vous
Lesbian grlllz
Mamme in causa
Servizio psicologico
Cerca nel sito
Pagine amiche
Vite
Gender studies
Tra le mie mani
I colori della psiche
La biblioteca segreta
Rubriche
Luoghi d'Italia
Vagabondaggi lesbici
Area Annunci
Ricerca Web Pages



Calendario
   
<
Aprile, 2014 >
L M M G V S D
31 01 02 03 04 05 06
07 08 09 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 01 02 03 04

Siamo alla frutta!!!
Il fermo di Graziella Bertozzo al Pride, la discussione ...
Accedi
Username:     Password:      
ricordati di me  Accedi Nuovo Account | Hai dimenticato la password?
Accedi
Username:     Password:      
ricordati di me  Accedi Nuovo Account | Hai dimenticato la password?
steffi love
steffi love

Steffi Love

Una Lesbian Family all’Auchan

di Piera Zani


Abbiamo sempre pensato che il centro commerciale per eccellenza ben frequentato e in parte anche pensato per il pubblico gay e lesbico fosse l’IKEA.
E’ lì che trovi coppie di uomini e coppie di donne in crisi davanti a nove diversi tipi di posate, pronti a discutere ferocemente sulle dimensioni reali della cucina, ben decisi a scegliere il rivestimento giusto per il divano letto.
Ma Auchan con un’alzata d’ingegno ci ha sorprese tutte.

La sorpresa avviene nel reparto giocattoli, uno dei più deprimenti per le studiose di Gender Studies. Se è vero che è la ripetizione ossessiva dei modelli di genere proclama a gran voce la verità della divisione dei ruoli sessuali , fate un giro fra bambole, bambolotti, dinosauri e mostri meccanici… alle bambine, ossessivamente, bambole e trucchi, ai maschi mostri e automobili telecomandate.

Eppure nel malefico reparto dei giocattoli, dove la nostra intima convinzione si scontra con le più tenere preoccupazioni e le amorevoli cure dell’essere madre o più spesso zia, ecco che un tubo trasparente attira irresistibilmente la nostra attenzione.
Steffi Love e chi se non una fabbrica spagnola poteva pensarci? Ecco qui la nostra Lesbian Family! In alto e in basso, a mo’ di bastioni di protezione , due bionde mamme modello Barbie e in mezzo, fra le belle genitrici due infanti.

La discussione, che si è articolata tenendo conto dei diversi punti di osservazione non è arrivata a conclusioni certe.
C’è chi dice che evidentemente siamo di fronte a una baby-butch, chiamata anche tomboy, e a una lille femme. C’è invece chi sostiene che sono un maschietto un po’ gay e una super baby etero.

E la vostra opinione qual è?


Creato Da 2008-10-08 19:24:26 il patriziacolosio
Aggiornato il 2008-10-08 19:57:27 dapatriziacolosio
 Versione Stampabile
   
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons

 


This Site is powered by phpWebSite © The Web Technology Group, Appalachian State University
phpWebSite is licensed under the GNU LGPL