Home / Movimenti / VENITE AL BRESCIA PRIDE?

VENITE AL BRESCIA PRIDE?

Il 17 giugno ci sarà il primo Pride a Brescia.Tutte quelle che sono andate al primo pride di una città’ sanno che significa: Verona, Padova, Bari, Torino, Grosseto, Treviso, Treviglio, Varese… ogni primo Pride lascia un segno fortissimo nella città. Per molti anni il Pride e’ stato un avvenimento irrinunciabile nella mia vita, ed ora eccoci nella mia bella città.

Venite al Brescia Pride?
Sabato 17 Pride e poi festa al Carmine , il quartiere antico della città.

Venerdì 16 di sera serata all’ANPI, cena e spettacolo “Le strade del mare”, dal romanzo di Rosi Polimeni con Monica Gilardetti, un monologo bellissimo, con tre donne, nonna, mamma e figlia che si inseguono su e giu’ per l’oceano atlantico, intrecciando le loro particolari storie alla grande storia che sembra solo travolgerle, donne pero’ sempre protagoniste del loro destino.

Giovedi’ 15 alla chiesetta San Giorgio incontro con Kasha e i direttori delle riviste missionarie “Africa”, “Missione oggi” e Nigrizia” è stato, come potete immaginare, un incontro difficile da preparare ma molto importante, visto che si svolge all’interno della cornice del Brescia Pride.

Paradossalmente in questa città dove le amministrazioni sembrano un po’ di gomma, evitano lo scontro ma rimbalzano con evidente soddisfazione molte richieste di collaborazione, abbiamo trovato più’ disponibilità ad un ascolto anche fattivo altre realtà che avremmo pensato più restie all’incontro con noi.

Che cosa significa vivere in una piccola città di provincia, proprio la tua città, quella dove sei nato, dove ci sono i tuoi parenti e i conoscenti di lunga data, me lo racconta mia sorella: “clicca il nome dello zio su google! sta inviando lettere su lettere al Giornale di Brescia, su ogni argomento, ovviamente cita anche le unioni civili, elton john, ecc. ecc.”

Ecco spiegata “una preghiera mia e della zia di sicuro non mancherà’” per il giorno della mia unione civile. E così ogni presenza è stata un atto di indipendenza contro il pater familias (e più del figlio mi stupisce l’altro mio zio, suo fratello minore) e ogni assenza un voto contrario.
Sono cosi’ le piccole città, tutto avviene in prima persona, tutto ti sorprende con gioia o dolore, ti colpisce nel luogo più riposto dei ricordi e degli affetti.

Per questo non siamo mai mancate al primo Pride di una città, per questo fra le mille scelte possibili ogni anno per noi e’ stato importante scegliere il Pride nella città che non lo aveva mai avuto, perché la vita cambia se la cambiamo anche nelle piccole città di provincia non solo nelle metropoli.

Spero che ci sarete, che ricambierete l’abbraccio con cui mille volte abbiamo sostenuto le mille città  d’Italia oltre alla nostra bella Roma.

E se sarete qui con noi sabato 17 di mattina visita guidata alla città per chi lo desidera e domenica 18 ancora insieme per il pranzo e le chiacchiere.

Potrebbe essere un minimeeting, un incontro un po’ destrutturato ma con tanti eventi cui partecipare.

Ciao, Piera

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: